L’ASS. P.d.M.R. INSEGNA LA STORIA ATTRAVERSO LO SPORT: una collaborazione gratuita offerta a tutti gli Insegnanti bolognesi

di Davide Gubellini

L’Associazione Percorso della Memoria Rossoblù è impegnata da tempo in attività divulgative gratuite, dedicate agli studenti bolognesi delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

In particolare, attraverso la storia del Bologna Calcio, i volontari della Associazione avvicinano gli studenti agli avvenimenti dell’ultimo secolo, legati alla storia della città.

Tutto cominciò nel maggio del 2017, con la rappresentazione teatrale “Cuoio, erba, sudore”, messa in scena presso le Scuole Aldini, alla presenza del Sindaco Virginio Merola e dell’Assessore Matteo Lepore.

Docenti e studenti apprezzarono la retrospettiva storica del Novecento, con le citazioni dedicate alle vittorie del Bologna Calcio e alle vicende vissute dalla società bolognese: le due guerre mondiali, il boom economico, gli eventi del 1968, i fatti di marzo 1977, gli attentati terroristici della strategia della tensione.

Lo spettacolo venne replicato anche il 17 dicembre dello stesso anno, presso il Quartiere Savena, grazie alla ospitalità della Presidente Marzia Benassi.

In quella occasione, i bambini interpreti della recita diedero vita ad un ulteriore spettacolo.

Al termine della rappresentazione, furono infatti coinvolti in un Reading Teatrale di grande impatto emotivo.

Il testo, intitolato “Un’amicizia più forte della Shoah”, era dedicato alla lettura della corrispondenza tra due scolari bolognesi, divisi dalle leggi razziali del 1938.

Si tratta di una vicenda di vita vera, accaduta tra Giovanni Savigni e Roberto Weisz, il bambino ebreo figlio del grande allenatore del Bologna, Arpad Weisz, ucciso ad Auschwitz, insieme a tutta la sua famiglia.

La lettura dei bambini piacque al punto da essere proposta in via continuativa, per gli studenti delle Scuole secondarie di primo grado del Quartiere Savena.

In particolare, il Reading Teatrale viene replicato in occasione delle celebrazioni per la Giornata della Memoria, come già realizzato negli anni 2018, 2019, 2020.

Molte scolaresche hanno presenziato agli eventi; alcune classi delle “R.L.Montalcini” sono divenute protagoniste della rappresentazione, dopo un preventivo incontro di preparazione.

Quest’anno, ospiti del Circolo Benassi, gli stessi studenti delle Scuole Medie “Montalcini”, debitamente istruiti, hanno letto ai colleghi delle “Farini” e delle “Guercino” anche il testo di una intervista svolta in Olanda da Gianluca Battacchi, ricercatore storico della Associazione, a Joop Van Halen, ultimo testimone vivente dell’olocausto subito dalla famiglia Weisz.

L’Associazione è impegnata anche nella attività divulgativa svolta a favore dei Licei e degli Istituti Secondari Superiori.

Già nel gennaio 2018, su invito dell’Assessore Daniele Ruscigno di Bologna Città Metropolitana, l’Associazione Percorso della Memoria Rossoblù presentò un progetto didattico a tutti i Dirigenti Scolastici bolognesi.

L’iniziativa, intitolata “La storia del Bologna ci insegna”, ha raccolto le prime adesioni degli Istituti cittadini.

Il primo intervento fu richiesto dalle Scuole Manfredi Tanari, il 28 gennaio 2019.

Per l’assemblea studentesca di Istituto, l’Associazione propose un intervento dedicato alla storia del Bologna e della città stessa, in grado di raccontare l’evoluzione del costume e della società italiana nell’ultimo secolo.

Lo stesso percorso è stato effettuato a fronte di una ulteriore richiesta avanzata dal Liceo Artistico Arcangeli, nel novembre 2019.

L’Istituto aveva predisposto un progetto interdisciplinare denominato “Sport, storia e memoria”; agli Insegnanti promotori dell’iniziativa parve importante coinvolgere l’associazione, a beneficio di sei classi Quinte, destinatarie del progetto.

Abbiamo articolato il nostro intervento in due incontri; il primo, della durata di due ore, prevedeva la proiezione di immagini e testi dedicati agli ultimi 111 anni di storia cittadina, attraverso il racconto delle vicende calcistiche legate al Bologna Football Club.

Nel secondo intervento didattico, gli studenti hanno assistito alla proiezione del lungometraggio tratto dalla rappresentazione teatrale citata.

In tutte queste occasioni, sia i docenti che gli studenti hanno mostrato di gradire la prospettiva didattica di carattere innovativo.

Dalle domande dei ragazzi è emersa l’urgente necessità di poter precisare la collocazione storica degli avvenimenti degli ultimi decenni, totalmente sconosciuta alla maggioranza degli studenti.

Per fare un esempio, ignorare la storia degli attentati terroristici subiti dalla città pone gli adulti nella consapevolezza di dover agire con fermezza nel tentativo di recuperare ai futuri cittadini bolognesi la corretta conoscenza dei fatti salienti la città che abitano.

Senza passato non c’è futuro.

Per questo motivo, l’Associazione Percorso della Memoria Rossoblù offre la propria disponibilità alle Scuole del Quartiere Savena, di ogni ordine e grado, con progetti adeguati all’età degli studenti, per contenuti e durate condivise con gli insegnanti.

Noi pensiamo che la passione sportiva per la squadra di calcio della città possa elevarsi, come deve, a modello di conoscenza collettiva.

Con questi obiettivi, gli storici della Associazione Percorso della Memoria Rossoblù stanno predisponendo i materiali utili ad organizzare nuovi interventi didattici gratuiti presso le scuole di ogni ordine e grado che ne vogliano fare richiesta.

A titolo di esempio, un nuovo modulo, denominato “Il Bologna è uno squadrone che tremare il mondo fa” si pone l’obiettivo di parlare dei grandi successi internazionali degli anni Trenta, nonché delle vicende storiche legate a quel decennio per l’Italia e per la città.

In particolare, in occasione di ricorrenze civiche di rilievo, quali il 4 novembre e il 25 aprile, per celebrare le ricorrenze della vittoria nella Grande Guerra e della Liberazione, l’associazione desidera avvicinare gli studenti a periodi storici importanti per la loro Educazione Civica, attraverso le vicende sportive della città.

Crediamo infatti che un approfondimento sugli anni Venti, Trenta e Quaranta può costituire una base di conoscenza a loro molto utile per poter meglio comprendere l’incerta evoluzione del presente.

Per ogni richiesta di intervento, sempre gratuito, i contatti utili sono i seguenti:

davgub@libero.it

stefanodalloli@percorsodellamemoriarossoblu.it

cristianventura@percorsodellamemoriarossoblu.it

SAVENANEWS, 15 luglio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *