Della Valle Mario

Giocatore – Mezzala/Ala
Nato a Bologna il 15-5-1896
Esordio in campionato: 19-10-1913, Verona-Bologna 8-2

 

Attaccante nato in rossoblù, secondo della celebre dinastia, cominciò a farsi notare nelle amichevoli della stagione 1912-13 per lo spunto di velocità, il raffinato tocco di palla e il tiro micidiale. A diciassette anni era in prima squadra, in quegli anni eroici di dilettantismo autentico che un giorno, medico a Vergato, avrebbe ricordato così: «Talvolta si lasciava a desiderare: e il pubblico non mancava di beccare; e siccome la stampa di quei tempi non aveva spazio per entrare nei particolari, non specificava per esempio che il cattivo rendimento poteva dipendere da una nottata in bianco dovuta ad esami imminenti; la gente rimaneva perplessa mentre la realtà, se conosciuta, avrebbe giustificato in pieno la prova scadente». Abile con entrambi i piedi, giocava preferibilmente attaccante esterno, a destra o a sinistra. Tra i rimpianti della carriera, il gol fallito a Livorno, nella finalissima a oltranza contro la Pro Vercelli. Era il 17 luglio 1921: sul campo neutro della città toscana si giocava la finale per il titolo Lega Nord tra Bologna e Pro Vercelli. In pratica, la sfida per il titolo tricolore, risultando all’epoca una semplice formalità la finale successiva contro la vincitrice del girone centro-meridionale. La partita, combattuta e gagliarda, chiuse i novanta minuti in parità; si andò ai supplementari, che finirono in bianco. A quel punto, regolamento alla mano, l’arbitro Vagge di Genova fece riprendere il gioco alle due squadre stremate dalla fatica e dal caldo per la prosecuzione a oltranza, fino al gol di una delle due, che avrebbe decretato la fine del match. Ebbene: su un traversone da sinistra, a un metro dal portiere Cavanna, il giovane attaccante rossoblù mancò la deviazione decisiva, poco prima che il “bianco” Rampini risolvesse l’incontro. Mario Della Valle fu prolifico goleador, prima che la laurea in Medicina e gli impegni di lavoro lo costringessero ad abbandonare gli amati colori rossoblù.

 

Presenze rossoblu in Campionato 45 Reti 26
In Italia
1913-14  Prima Categoria 6 2
1914-15  Prima Categoria 8 2
1919-20  Prima Categoria 20 12
1920-21  Prima Categoria 10 10
1921-22  Prima Divisione 1 0
E’ sepolto in Certosa: Chiostro Maggiore – Cortile Ovest – Cripta con sarcofago n 6