Della Valle Guido

Giocatore – Jolly Nato a Bologna il 31-5-1894 Esordio in campionato:20-3-1910, Bologna-Sempre Avanti 10-0   Autentico pioniere dello sport, tirò i primi calci negli Allievi del Vicenza attorno al 1908 per poi tornare nella sua Bologna, in tempo per partecipare alla nascita del club rossoblù, domenica 3 ottobre 1909 presso la sede del Circolo Turistico Bolognese, nei locali della “Birraria” Ronzani in via Spaderie 6. Campione emiliano nel 1910, fu un difensore particolarmente versatile: interpretò (dal 1911 al 1915) tutti i ruoli di movimento della difesa. Nella stagione 1912-13, in occasione del doppio confronto contro il Venezia, il portiere titolare Guardigli era indisponibile e Guido accettò di retrocedere tra i pali; le cronache non calcano la mano, ma se a Bologna i lagunari si imposero solo per 1-0, il loro torrenziale bis in casa per 8-0 lascia pensare che nell’occasione l’improvvisato estremo difensore rossoblù non abbia vissuto una giornata esemplare… Primo di una celebre dinastia di calciatori, indossò la maglia del Bologna fino al 1914, quando si trasferì per ragioni di studio a Torino. Sulle orme del padre, ufficiale di carriera dell’esercito, si arruolò all’Accademia di Artiglieria, da cui uscì come sottotenente e da ufficiale morì il 21 ottobre 1915, durante la Grande Guerra. A lui e agli altri sei giocatori del Bologna che non tornarono dall’orrenda carneficina, così come ai soci del Bologna coinvolti nella stessa tragica sorte, fu dedicata la lapide che nel 1920 venne posta allo stadio Sterlino. L’epigrafe, dettata dal poeta Giuseppe Lipparini, recitava: «Animatore delle più fiere energie / il nobile gioco / li temprò all’entusiasmo dell’azione / così in faccia al nemico / donarono generosi le giovani vite / perché fosse salva e grande la patria / il Bologna F. B. C. volle qui incisi i nomi dei caduti gloriosi».  
Presenze rossoblu in Campionato 20 Reti 9
In Italia
1909-10  Campionato Emiliano 2 0
1910-11  Prima Categoria 6 0
1911-12  Prima Categoria 5 0
1912-13  Prima Categoria 2 9
1913-14  Prima Categoria 5 0
E’ sepolto in Certosa: Sala del Colombario – pozzetto n 951