Arnstein Emilio

Presidente Nato a Wotitz (oggi Votice) il 4-6-1886   Nato il 4 giugno 1886 a Wotitz (oggi Votice) presso Praga, all’epoca parte dell’Impero Austro-ungarico, fu l’iniziatore dell’organizzazione calcistica in Emilia-Romagna. Giunse a Bologna nel 1908 da Trieste, dove poco più che ventenne aveva già fondato un sodalizio calcistico (Black Star Football Club). Nella città emiliana fu subito tra i promotori per la costituzione di una società di football e il fatidico 3 ottobre 1909, giorno della fondazione del Bologna, entrò fra i consiglieri, per poi diventare vicepresidente e infine, nel 1910, presidente, il terzo della serie. All’inizio di quell’anno il Bologna lo aveva designato come suo rappresentante nel nuovo Comitato Regionale Emiliano, primo ed unico consigliere straniero in tale consesso, oltre che primo arbitro federale in Emilia. Pur rimanendo un grande appassionato di calcio, lasciò ben presto gli ambienti ufficiali non condividendo lo sviluppo professionistico dello sport. Acquisì in seguito la cittadinanza italiana e negli anni della seconda guerra mondiale dovette subire con la famiglia persecuzioni razziali e politiche. Visse sempre in modo assai riservato e lavorò come agente di commercio prevalentemente a Bologna fino alla morte, avvenuta l’8 settembre 1976.  
E’ sepolto al cimitero di Borgo Panigale, Bologna: nell’Ossario comune dal 1993
  Per approfondire: Sito: “Tremare il mondo fa”, scheda Arnstein Emilio