108 ANNI DEL BOLOGNA CALCIO: per raccontare la storia della città

di Davide Gubellini

Lo scorso 3 ottobre si è celebrato l’anniversario della data di fondazione del Bologna Football Club, avvenuta nel 1909.

Molte le iniziative programmate; tra le altre, il Sindaco Merola ha immediatamente accolto la proposta del Presidente del Bologna, Joey Saputo, e della nostra associazione circa l’apposizione di una targa commemorativa nel luogo in cui si riunirono i fondatori del Club, nella allora Birreria Ronzani, in pieno centro storico.

Un’altra interessante iniziativa si è svolta il 4 ottobre, giorno di San Petronio.

Tutte le componenti della tifoseria rossoblù si sono riunite presso il Circolo il Cenacolo, in Via Barberia 22, per discutere… di un nuovo scudetto!

Molti bolognesi ricordano infatti i trofei conquistati, tra i quali 7 titoli italiani e 2 Coppe Italia.

Pochi sanno che il Bologna è stato il primo club italiano a vincere una competizione internazionale, la Coppa dell’Europa Centrale, nel 1932.

Quasi nessuno è invece a conoscenza del fatto che uno scudetto non è stato assegnato al Bologna, pur essendo legittimato ad ottenerlo.

Accadde al termine del Campionato 1926-27.

Il Bologna concluse regolarmente al secondo posto il torneo, nel quale alla squadra del Torino fu revocato il titolo per illecito sportivo.

Ciò avvenne con sentenze degli Organi della Giustizia Sportiva, supportate da sentenza della Magistratura Ordinaria, in via definitiva.

Per ottenere il riconoscimento del titolo conquistato sul campo, si è quindi costituito un “Comitato per l’ottavo scudetto”, da assegnarsi al Bologna.

Il Comitato è presieduto dalla Presidente Onoraria Signora Marcella Schiavio, figlia del grande centravanti dell’epoca, Angelo Schiavio, campione del mondo nel 1934, e miglior marcatore della storia del Bologna.

Presidente del Comitato è la signora Luigia Bulgarelli, sorella di Giacomo Bulgarelli, primatista delle presenze tra i giocatori rossoblù di sempre.

Il Comitato ha lo scopo di divulgare le ragioni giuridiche, storiche e morali che ne sostengono la richiesta.

Tra i firmatari, l’Associazione Percorso della Memoria Rossoblù da diversi anni è impegnata nella divulgazione delle vicende della squadra e dei suoi giocatori, legate indissolubilmente alla storia della nostra città.

Tra le varie iniziative svolte, una citazione merita l’opera teatrale “Cuoio, erba e sudore” – Il Novecento di Bologna raccontato dai suoi calciatori e non solo… –

Dall’opera, replicata in diversi Teatri e Istituti Scolastici Superiori bolognesi, è stato tratto un film che verrà proiettato in anteprima al prossimo Festival Internazionale della Cinematografia Sportiva, in programma a Milano dal 15 al 20 novembre 2017.

L’opera è stata Selezionata dalla Giuria Internazionale, per una possibile candidatura alla vittoria finale, nella sezione “Football Movies”.

L’Associazione Percorso della Memoria Rossoblù è impegnata anche nella organizzazione di conferenze, legate alla storia della squadra della città.

Nel prossimo mese di dicembre è previsto un incontro presso l’Università per gli Adulti “Carlo Tincani” di Bologna, una associazione culturale dedicata alla ricerca scientifica e alla diffusione della cultura.

Il titolo della conferenza: “Storia del Bologna Calcio”, può essere replicato presso tutte le realtà che ne fanno richiesta.

Il nostro obiettivo ed in particolare il mio personale, sarebbe quello di poter organizzare una conferenza anche presso il Quartiere Savena, da sempre ospitale in tutte le manifestazioni culturali dedicate al territorio.

In attesa di un futuro incontro nelle sale messe a disposizione del Quartiere, un grosso “in bocca al lupo!” per il “nostro” film e sempre… FORZA BOLOGNA!

SAVENANEWS 15 ottobre 2017

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.